LifestyleTorino

L’Università di Torino cerca dottorandi e ricercatori: stanziati 25 milioni

L’Università di Torino offre 239 posti di lavoro disponibili per dottorandi e ricercatori: stanziati 25 milioni di euro

L’Università di Torino – al sesto posto nella classifica Censis dei migliori atenei italiani – offre 239 nuovi posti di lavoro per dottorandi e ricercatori. Questi sono distribuiti nei 27 Dipartimenti e verranno concentrati ponendo una particolare attenzione all’innovazione e alle tematiche green. L’investimento previsto è di oltre 25 milioni di euro, tra fondi ministeriali e cofinanziamento dell’Ateneo.

I ventisette dipartimenti dell’Università di Torino hanno messo a disposizione diverse opportunità di lavoro, come 67 contratti RtdA e 172 borse di studio di ricerca. “I programmi di reclutamento, in linea con le priorità strategiche europee, prevederanno per le nuove leve dell’Ateneo anche un periodo di ricerca in impresa e un periodo di ricerca all’estero”, si legge nel comunicato ufficiale. Questo piano, inoltre, servirà a favorire l’internazionalizzazione dell’Ateneo e del suo territorio.

Università di Torino lavoro per 239 tra ricercatori e dottorandi
Immagine da: UniTo

Le dichiarazioni del Rettore

“UniTo ha dimostrato, ancora una volta, determinazione e capacità, organizzativa e progettuale, nel contribuire alle opportunità di sviluppo attraverso la ricerca. Questo è il momento di puntare sui giovani e sulla ricerca di qualità. Le nuove opportunità di finanziamento per gli Atenei lo sono, non di meno, per il territorio e il sistema produttivo nazionale e locale”, ha commentato il Rettore Stefano Geuna.

“Tutta la comunità dei ricercatori e delle ricercatrici di UniTo ha riconosciuto con slancio l’importanza della sfida sulle linee strategiche di sviluppo dell’innovazione e della sostenibilità. Abbiamo messo in campo competenze progettuali eccellenti in un tempo davvero molto breve. Una reattività che dimostra quanto la nostra ricerca sia già presente nella società che la circonda e quanto nuovo potenziale sia già a disposizione per le prossime occasioni. Valorizzare le persone, con le loro competenze e le loro vocazioni scientifiche, è l’investimento migliore che si possa fare. Siamo orgogliosi di averlo fatto in questo modo“.

Sorgente
Università di Torino
Continua a leggere

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Disabilita il blocco della pubblicità

Gli annunci pubblicitari presenti nel nostro sito sono sicuri al 100% e non sono invasivi... Perché vuoi bloccarli? Senza la pubblicità questo sito non potrebbe esistere. Per proseguire ti invitiamo a disabilitare il tuo AdBlocker o ad inserire "Notiziario Del Web" in White List.