ProvinciaVolpiano

Incidente Volpiano oggi 11 gennaio 2023: fabbrica Providus esplosa, 4 feriti

Incidente sul lavoro nel pomeriggio di oggi 11 gennaio 2023: esplosione presso la ditta Providus di Volpiano, quattro feriti

Incidente sul lavoro a Volpiano, in provincia di Torino, nel pomeriggio di oggi mercoledì 11 gennaio 2023, presso la ditta Providus, in corso Piemonte 20. Quattro operai sono rimasti ustionati, due in modo serio. Immediato l’intervento dei soccorsi che hanno immediatamente provveduto a trasferire i feriti gravi presso il CTO di Torino, intubandoli. Uno ha ustioni sul 10% del corpo, l’altro sul 25%. Per entrambi la prognosi resta riservata. Gli operatori sanitari hanno provveduto a trasportare gli altri due feriti presso l’ospedale Giovanni Bosco di Torino. Si tratta di dipendenti di una ditta esterna.

Incidente Volpiano oggi 11 gennaio 2023 fabbrica Providus esplosa
Immagine da: Google Maps

L’intervento della autorità

Sul posto, oltre agli operatori sanitari, sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Torino Stura e Nbcr per domare il rogo. Presenti sul luogo anche i Carabinieri, la Polizia Locale e i tecnici dello Spresal dell’Asl To4. Secondo le prime testimonianze, sembra che i quattro stessero collaudando una bomboletta di gas atta a rifornire le bombole da campeggio quando poi si è verificata l’esplosione.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Sorgente
Vigili del Fuoco

Giulia Fogli

Collaboro con NDW dal 2021. Mi appassiona raccontare storie e occuparmi di cronaca, fatti ed eventi della la mia città. Amo occuparmi ogni giorno di cose nuove, scoprirle, approfondirle e mettermi alla prova. Ho un debole per i racconti horror e i film thriller.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disabilita il blocco della pubblicità

Gli annunci pubblicitari presenti nel nostro sito sono sicuri al 100% e non sono invasivi... Perché vuoi bloccarli? Senza la pubblicità questo sito non potrebbe esistere. Per proseguire ti invitiamo a disabilitare il tuo AdBlocker o ad inserire "Notiziario Del Web" in White List.