fbpx
0

Un’altra era finisce: è terminata la produzione del leggendario Maggiolino, l’auto voluta da Adolf Hitler per il popolo tedesco e apprezzata dai “ribelli” degli anni 60.

L’azienda automobilistica Volkswagen conclude la produzione dell’ultimo modello in Messico dopo oltre 80 anni di storia. L’ultima fabbrica da cui usciva ancora il Maggiolino si trova a Puebla, in Messico, e lì si è chiusa la produzione del mito nato nel 1938.

Per la prima volta nella storia, era stato un politico a dettare le caratteristiche dell’automobile. Il tecnico che Hitler aveva individuato fu Porsche i quale aveva il compito di realizzare le idee del Fuhrer.

La macchina doveva soddisfare determinati criteri: doveva trasportare 5 persone, consumare mediamente tra i 7 e gli 8 litri di benzina ogni 100 chilometri e soprattutto che fosse ad un prezzo accessibile alla popolazione, inferiore ai 1000 marchi.

Nel 1935 Porche presentò due prototipi di auto, costruiti a mano. Hitler, accettato il modello che è poi entrato nella storia, ordinò nel 1937 di costruire una fabbrica che sarebbe diventato il quartier generale della casa automobilistica.

Nel 1938 nacque la Volkswagen.

Durante la Seconda guerra mondiale, la Volkswagen chiuse la produzione civile e cominciò la produzione militare: al posto di maggiolini uscivano veicoli militari leggeri e pesanti.

Porsche

Nel dopoguerra l’azienda riaprì la produzione civile, ma era sotto il controllo degli inglesi e del figlio di Porsche. La produzione del Maggiolino, che allora si chiamava TYPE 1, ripartì con una nuova versione dell’utilitaria, ammodernata e ancora migliorata dalla famiglia Porsche. L’auto venne chiamata Maggiolino solamente nel 1967 e il nome causò un’impennata delle vendite. Nel 1959 sbarcò negli Stati Uniti e qualche anno dopo divenne protagonista del film Disney “Un Maggiolino tutto matto”.

Lo stabilimento di Puebla in Messico

La fabbrica messicana era l’ultima rimasta a produrre il leggendario Maggiolino. Come annunciato nel 2018 dalla Volkswagen, la produzione si sarebbe fermata a luglio del 2019.

Addio Herbie.


Like it? Share with your friends!

0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi