LifestyleTecnologia

“Un dispositivo non riconosciuto”: l’ennesima truffa tramite SMS

Un dispositivo non riconosciuto risulta collegato al Suo conto online”, ecco l’ennesimo tentativo di Phishing tramite SMS

Un dispositivo non riconosciuto risulta collegato al Suo conto online. Se disconosce tale accesso segua la procedura al link, esordisce così l’ennesimo SMS truffa che sta circolando in questi giorni, prontamente segnalato dalla Polizia di Stato tramite il suo account Twitter ufficiale.

In sintesi, si tratta di un tentativo di Phishing, ovvero quel tipo di truffa che induce l’utente a cliccare su link fraudolenti per fare in modo che inserisca dati sensibili come password, o informazioni bancarie da sottrarre e riutilizzare per scopi malevoli. “Questo è un SMS che mette in allerta chi lo riceve, perché paventa un accesso anomalo al conto corrente bancario e lascia intendere che qualcuno si è già collegato al vostro posto. Non abboccate. Si tratta di #phishing per rubare i vostri dati. Cestinate!”, si legge nel post della Polizia.

"Un dispositivo non riconosciuto": l'ennesima truffa tramite SMS
Immagine da: Twitter

Altre versioni: “Un dispositivo risulta connesso al conto online” o “Abbiamo bisogno di verificare i suoi dati”

Gli utenti hanno inoltre segnalato delle versioni leggermente differenti riguardanti l’SMS truffa. In uno, infatti sembra che arrivi dalla Banca MPS, completamente estranea ai fatti. Nel messaggio si può leggere quanto segue: “ATTENZIONE: un dispositivo non autorizzato ci risulta connesso al suo conto online se disconosce tale accesso clicca il modulo correlato”.

Un altro ancora, invece, porta come mittente le Poste Italiane – ovviamente anch’esse estranee ai fatti – e riporta la seguente dicitura:

Sorgente
Polizia di Stato
Continua a leggere

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Disabilita il blocco della pubblicità

Gli annunci pubblicitari presenti nel nostro sito sono sicuri al 100% e non sono invasivi... Perché vuoi bloccarli? Senza la pubblicità questo sito non potrebbe esistere. Per proseguire ti invitiamo a disabilitare il tuo AdBlocker o ad inserire "Notiziario Del Web" in White List.