EconomiaItalia

Sciopero benzinai, revocato il 26 gennaio 2023

Nel pomeriggio di oggi 25 gennaio 2023, i sindacati dei distributori hanno deciso di revocare lo sciopero dei benzinai di domani 26 gennaio

Dopo essere stati convocati dal ministro Adolfo Urso al dicastero delle Imprese e del made in Italy, i sindacati hanno rilasciato una nota congiunta. Fegica  e Figisc hanno comunicato la revoca dello sciopero dei benzinai del 26 gennaio 2023. I sindacati hanno preso questa decisione “a favore degli automobilisti e non certo per il governo”, precisano.

Sciopero benzinai 26 gennaio 2023 revocato il comunicato
Immagine da: Pixabay

La nota dei sindacati

“Pur riconoscendo di aver potuto interloquire in maniera costruttiva con il Ministero che si è speso per diventare interlocutore propositivo, l’incontro ha confermato il persistere di molte criticità. Anche quest’ultimo ennesimo tentativo di rimediare ad una situazione ormai logora, non è riuscito ad evidenziare alcun elemento di concretezza che possa consentire anche solo di immaginare interventi sui gravissimi problemi del settore e di contenimento strutturale dei prezzi”, proseguono.

“Le proposte emendative avanzate dal Governo al suo stesso decreto non rimuovono l’intenzione manifesta di individuare i benzinai come i destinatari di adempimenti confusi, controproducenti oltreché chiaramente accusatori”, concludono.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Sorgente
RAI News

Daniela Timotei

Specializzata in SEO copywriting, dopo gli studi comincia a scrivere per agenzie nazionali ed internazionali. È appassionata di benessere, bellezza, psicologia e cura di sé, ma anche mobilità, nuove tecnologie e sport. Dà il suo contributo in redazione dal 2020.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disabilita il blocco della pubblicità

Gli annunci pubblicitari presenti nel nostro sito sono sicuri al 100% e non sono invasivi... Perché vuoi bloccarli? Senza la pubblicità questo sito non potrebbe esistere. Per proseguire ti invitiamo a disabilitare il tuo AdBlocker o ad inserire "Notiziario Del Web" in White List.