Fact Check

“Il tuo pacco è stato trattenuto”: occhio agli SMS truffa

“Il tuo pacco è stato trattenuto presso il nostro centro di spedizione”: occhi agli SMS truffa in circolazione

“Il tuo pacco è stato trattenuto presso il nostro centro di spedizione”, questo il testo più diffuso di una serie di SMS truffa che stanno circolando recentemente sugli smartphone degli italiani. A lanciare l’allarme, la Polizia Postale, tramite un comunicato.

ll messaggio presenta un link che reindirizza l’utente su un sito clone in cui si chiede di inserire dati personali e bancari per sbloccare una consegna. In questo modo, il truffatore carpisce i dati e li utilizza in modo fraudolento. Quest’operazione di truffa prende il nome di “phishing“, poiché come un pescatore con un’esca gli ignari utenti “abboccano” alla frode.

A seguire, alcuni esempi di testi dei messaggi più diffusi:

  • Il tuo pacco è stato trattenuto presso il nostro centro di spedizione. Si prega di seguire le istruzioni qui. Link
  • Ciao, il tuo pacco non e’ stato consegnato sta mattina. Pianifica qui: Link
  • Salve, purtroppo non siamo riusciti a consegnare il suo pacco, la preghiamo di controllare qui: Link
  • Il tuo pacco potrebbe essere in ritardo, conferma la consegna qui: Link
  • Ciao, il tuo pacco e in attesa di impostare le preferenze di consegna: Link
  • Abbiamo un pacco per lei, programmare la consegna: Link
  • Dott. Tizio (1) pacco da consegnare a casa tua! Dicci quando tornare: Link
"Il tuo pacco è stato trattenuto": occhio agli SMS truffa
Immagine da: Commissariatodips

I consigli della Polizia Postale

Come difendersi dalla ricezione di questi SMS truffa? “Se sei in attesa di una consegna, ti consigliamo di verificare lo stato della spedizione esclusivamente attraverso il sito su cui hai effettuato l’ordine e, nel caso di dubbi, ti invitiamo a contattare il servizio clienti”, raccomanda la Polizia Postale.

“Se sei sicuro di non aver effettuato alcun ordine, ti consigliamo di ignorare il messaggio ricevuto e di cancellarlo perché potrebbe trattarsi di un tentativo di phishing. È importante in ogni caso, non inserire mai dati personali e bancari, specialmente se si viene reindirizzati su un sito dopo aver cliccato su un link contenuto in un messaggio ricevuto”, conclude.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Sorgente
Polizia Postale

Matteo Serani

Laureato in chimica, dopo alcune esperienze nel settore petrolchimico approdo nel mondo digital come Editor, coniugando la passione per il viaggio a quella per il web. Ho un forte interesse per il mondo dei motori a 360° gradi e in particolare una passione per le moto, aerei e vecchi diesel.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disabilita il blocco della pubblicità

Gli annunci pubblicitari presenti nel nostro sito sono sicuri al 100% e non sono invasivi... Perché vuoi bloccarli? Senza la pubblicità questo sito non potrebbe esistere. Per proseguire ti invitiamo a disabilitare il tuo AdBlocker o ad inserire "Notiziario Del Web" in White List.